Dott. Gabriele Tabaracci

L'Ossigeno-Ozono Terapia - Prima Parte

L'Ossigeno-Ozono Terapia - Seconda Parte

L'Ossigeno-Ozono Terapia - Terza Parte

Cos'è l'Ozono?

L’ozono (O3) è una forma allotropica dell’ossigeno (O2) ed è conosciuto principalmente per il ruolo che svolge nell’equilibrio ecologico della Terra.

Cos'è l'Ossigeno-Ozono Terapia?

L’Ossigeno Ozono Terapia è una pratica medica che consiste nella somministrazione di una miscela di gas, ossigeno puro e ozono.

L’Ossigeno – Ozono terapia può essere impiegata in numerose patologie, poichè differenti vie di somministrazione (locali e generali) e diverse concentrazioni di ossigeno in ozono portano differenti effetti terapeutici.

I campi di applicazione spaziano tra le varie Specialità mediche, come l’ortopedia, la medicina interna, la reumatologia, la neurologia, la dermatologia e molte altre.

Quali sono i metodi di somministrazione?

  • Iniezioni intra e periarticolari
  • Iniezioni intramuscolari
  • Iniezioni intraforaminali e intradiscali
  • Iniezioni perinervose
  • Iniezioni peritendinee
  • Iniezioni sottocutanee
  • Grande autoemoterapia (GAET)
  • Piccola autoemoterapia (PAET)
  • Insufflazioni rettali, nasali, ecc.
  • Bagging
  • Olio e acqua ozonizzati

Effetti dell'Ossigeno-Ozono Terapia

  • Azione anti infiammatoria
  • Azione anti edemigena
  • Azione anti dolorifica
  • Azione disidratante sul nucleo polposo
  • Azione riattivante il microcircolo (neoangiogenesi)
  • Azione rigenerante i tessuti
  • Azione cicatrizzante
  • Azione neurotrofica diretta
  • Azione antibatterica, antivirale, antimicotica

Quali sono i Campi di Applicazione?

  • Allergologia: allergie ed intolleranze alimentari, riniti.
  • Angiologia: arteriopatie, ulcere e gangrene.
  • Apparato digerente: gastriti, Helicobacter pylori, colite ulcerosa, morbo di Crohn, stipsi.
  • Apparato respiratorio: bronchiti, asma bronchiale, enfisema.
  • Chirurgia: piaghe da decubito e ulcere postflebitiche o diabetiche, ustioni.
  • Dermatologia: acne, allergie, eczemi, micosi, herpes, psoriasi.
  • Geriatria: alterazioni vascolari e non, legate alla senilità.
  • Ginecologia: vaginiti, dispareunia.
  • Medicina estetica: cellulite, capillari, teleangectasie, rughe, cicatrici.
  • Medicina interna: epatiti, malattie del ricambio, dislipidemie, anemia, stati disendocrini e dismetabolici.
  • Neurologia: cefalee vasomotorie e a grappolo, Morbo di Parkinson, Morbo di Alzheimer, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, neuriti.
  • Oftalmologia: arteriopatie retiniche, maculopatia secca, sindrome dell’occhio secco.
  • Oncologia: patologie tumorali in sinergia con farmaci anti-blastici (la terapia non è sostitutiva), trattamento locale dei danni prodotti dalla radioterapia.
  • Ortopedia: artropatie, cervicalgie, lombagie e lombosciatalgie da ernie discali, stenosi vertebrali, periartriti, epicondiliti ed epitrocleiti, tendiniti, troncanteriti, gonartrosi e condropatie, sindrome del tunnel carpale e tarsale, neuroma di Morton, atonie muscolari, ecc.
  • Otorinolaringoiatria: otiti croniche e purulente, sinusiti, riniti allergiche, sordità rinogena, acufeni
  • Reumatologia: artrite reumatoide, LES, psoriasi ecc.
  • Urologia: cistiti, impotenza coeundi vascolare, disturbi della minzione, prostatiti, induratio penis.